In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

 Il progetto

Il progetto quinquennale nasce da un’idea di Giorgio Dall’Igna. Vede la regia di Rudy Anselmi e la direzione musicale di Giovanni Bonato.

Coinvolge le seguenti associazioni scledensi:

Associazione IV Novembre – Ricercatori storici il cui Comitato Scientifico sovrintende alla correttezza storica dei testi.

Coralità Scledense, e i suoi cori, attraverso i loro interventi corali, spazializzati e non, ripercorrono i canti di trincea e religiosi o popolari del tempo, quasi a commento musicale delle storie raccontate.

La compagnia teatrale Le Ore Piccole che reciterà con i loro attori e lettori proponendo le situazioni della sceneggiatura.

Associazioni cittadine, unite per un progetto comune di memoria, che non hanno esitato ad unirsi e a “contaminarsi” per riaffermare attraverso il racconto della storia il loro radicamento sul territorio. Per offrire alla Città il lavoro della loro passione dilettantistica certamente, ma con la qualità di una proposta affatto banale e innovativa; non fine a sé stessa ma strutturata e completa.

Il lavoro prevede un “reading a puntate”, una per ogni anno di guerra dal 1914 al 1918. Un viaggio attraverso la sofferenza umana della Grande Guerra; un percorso assieme a quelli uomini, “plasmati di odio e ferocia” ma anche deboli e indifesi, che furono “lanciati” nell’assurdità di un martirio collettivo. A ripercorrere la tragedia europea, prima che mondiale, saranno un giovane scledense di nome Giovanni e un’altrettanto giovane Antonietta; attraverso la recitazione intrecciata a canti, musica, letture, commenti ricorderanno assieme agli spettatori e faranno “un esercizio della Memoria”. I due giovani saranno i protagonisti per tutti le cinque rappresentazioni, una per ogni anno di guerra, e attraverso i loro occhi e i loro sentimenti gli spettatori “rivisiteranno” gli anni della guerra e le vicende connesse al territorio scledense ma anche alto vicentino.

Così i titoli:

                

1914 - …venti di guerra…..

               

1915 – …con il fucile e e il tricolor…

              

1916 - …lassù tra Priaforà e monte Ciove… 

Prossimamente.........

1917 – ….i ferma chi vien da Caporeto….

1918 - …piccolo fante che torni….

Il progetto è sicuramente innovativo e completo e non mancherà di suscitare emozione e anche curiosità. Curiosità che sarà anche aspettativa per le “puntate” seguenti. Un libro a più capitoli, uno per ogni anno di guerra, che ogni scledense potrà leggere con la propria sensibilità, attraverso le proprie memorie, ricordi, situazioni di famiglia. Un libro “rappresentato” sulla storia di Schio, e dell’Altovicentino, durante la “guera granda”.

Inserito il:28/12/2015 18:46:44
Ultimo Aggiornamento:25/11/2016 11:17:14
condividi
Dati
  • Codice Fiscale: 9200260024
  • Partita I.V.A 02559730243
Indirizzo sede sociale
  • Associazione IV Novembre - Ricercatori Storici
    Via Rovereto 21/a
    36015 - SCHIO (VI)
Follow us
yost.technology