In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Benvenuto login

E' stato edito dall'associazione questo manuale per CERCATORI. In esso sono contenute, oltre alla legge regionale, anche informazioni utili per una ricerca consapevole ed in linea con i dettami etici e culturali. E' stato prodotto in collaborazione con l'ENAIP Bassano e curato da:

 Loris Giuriatti, Luca verona, Giacomo Tessarolo

 

 

INDICE:

  1. INTRODUZIONE
  2. DI CHI È L'OGGETTO TROVATO? COSA PREVEDE IL CODICE CIVILE (OCCUPAZIONE, INVENZIONE, TESORO) E GLI EVENTUALI RILIEVI PENALI.
  3. IL CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO: COS'È UN BENE CULTURALE E COSA FARE NEL CASO DI SUO RITROVAMENTO.
  4. LA LEGGE N. 78/2001 SULLA TUTELA DEL PATRIMONIO DELLA GRANDE GUERRA.
  5. LA LEGGE REGIONALE 12 AGOSTO 2011 N. 17
  6. IL DECALOGO DEL BUON RICERCATORE

1. INTRODUZIONE

Il fatto che questo corso sia indirizzato a persone interessate a svolgere l'attività del “recuperante”, con interesse specifico nella ricerca del materiale della Grande Guerra non significa che, nell'attività di ricerca e sondaggio del terreno, non sia possibile “incappare” in oggetti appartenenti ad altre epoche storiche, oppure oggetti con un notevole valore economico o magari semplici rottami che per noi assumono un interesse particolare.

Tutte queste attività di “scoperta” sono regolate dal diritto in modo stratificato; non vi è un decalogo definito, ma spetta all'interprete cercare di dare un inquadramento sistematico e organizzato alla materia.

Questo è l'obiettivo della presente dispensa: dare al lettore una panoramica sulle regole che disciplinano la ricerca e la raccolta di oggetti mobili sul territorio nazionale, anche con l'utilizzo di metal detector, cercando di fornirgli un sufficiente bagaglio di conoscenze per permettergli il “piacere della scoperta” nel pieno rispetto delle regole.

Senza alcuna pretesa di completezza scientifica si prenderanno in considerazione le leggi che inquadrano sotto diversi punti di vista la ricerca a scopo ricreativo di reperti o oggetti nel suolo.

Partendo da quanto dettato a livello nazionale dal codice civile in tema di acquisto della proprietà sulle cose abbandonate (cosiddetta occupazione) e smarrite (invenzione), anche di notevole valore (tesoro), si proseguirà spiegando la particolare procedura che accompagna il ritrovamento di beni culturali o archeologici in aree non soggette a divieto di “sondaggio”.

 

 

Inserito il:25/01/2016 16:40:24
Ultimo Aggiornamento:25/01/2016 18:09:42
condividi
Dati
  • Codice Fiscale: 9200260024
  • Partita I.V.A 02559730243
Indirizzo sede sociale
  • Associazione IV Novembre - Ricercatori Storici
    Via Rovereto 21/a
    36015 - SCHIO (VI)
Follow us
yost.technology